RIBERA 1906 : Il Palazzo Comunale 

quando era costruito solo per metà.

 

Il Fotolibro dei Ricordi

 

Cronaca, Storia e Avvenimenti che hanno cambiato le Tradizioni,

gli Usi e i Costumi dei riberesi, dei siciliani e degli italiani in genere.

 

 

 

Rarissime foto d'epoca, scelte e commentate

da Giuseppe Nicola Ciliberto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 RIBERA 1941: Il Palazzo Comunale

 ampliato e completato da qualche anno.

.

 

.

 

 

CRONISTORIA FOTOGRAFICA DELL'ULTIMO SECOLO

 

 

 

 

RIBERA, Inizio secolo scorso: ARRIVA LA STAZIONE FERROVIARIA

Nella foto si può ammirare la stazione nuova di zecca e l'arrivo del primo treno alimentato a carbone con carrozze per viaggiatori. Numerose persone avevano presenziato a quello storico avvenimento e nel prospetto principale dell'edificio sventolava la bandiera italiana.

RIBERA, Fine anni '70:

CHIUSA LA STAZIONE FERROVIARIA

La foto ripresa da Paolo Di Caro mostra l'ultimo treno che arriva a Ribera

poco prima che la stazione venisse soppressa e i binari a scartamento

ridotto fossero completamente smantellati.

 

 
 

RIBERA: La prima straula

dei primi anni del '900. Era alta circa 10 metri

e veniva trainata da due possenti buoi. Con l'avvento della luce elettrica e la collocazione di fili per le vie di Ribera venne ridimensionata nella sua altezza e costruita sopra un carretto siciliano trainato da un mulo o da un cavallo.

 La straula attuale è alta poco meno di 4 metri .

 

 

 

RIBERA: PASQUA 1946 :

 Rarissima foto che mostra forse uno dei primissimi palii

o gonfaloni che ogni anno partecipavano all'Incontro di Pasqua,

nella corsa del "largo largo".

 
 

RIBERA,1913: COMPLETATO L'OSPEDALE F.LLI PARLAPIANO

Quando era stato costruito l'Ospedale si trovava quasi isolato in aperta campagna,

ma col tempo è stato raggiunto da nuove case e strade che hanno di molto ampliato

la cittadina. La persona che si vede al centro della foto è Antonino Vella Parlapiano, uno dei fondatori dell'ospedale che all'epoca era deputato al Parlamento nazionale.

RIBERA - La VILLA e la SCUOLA F.CRISPI

Una cartolina che porta la data del 13 dicembre 1948 mostra la Scuola Elementare Francesco Crispi, 1° Circolo,  da poco completata in Piazza Giulio Cesare in adiacenza

alla Villa Comunale. Allora l'edificio appariva isolato e in aperta campagna ma con la costruzione delle prime case popolari nella predetta Piazza la stessa scuola oggi è interamente inglobata in un ampio quartiere denominato "Rinascita" o

"Cozzo di "Mastro Giovanni" che ha ampliato il paese verso nord.

 

 

 

 

 

RIBERA: 13 gennaio 1929

Manifestazione per la posa della lapide sul prospetto della

Casa natale di Francesco Crispi.

A parlare ad una enorme folla di riberesi era Vincenzo Morello.

 

 

RIBERA (Anni '50)

La stanza dove è nato Francesco Crispi, ancora arredata, fotografata

agli inizi del 1900. Oggi la stessa come anche tutto il resto delle

strutture interne del Palazzo Crispi non esistono più. Sono state conservate e "restaurate" soltanto i due prospetti esterni di Corso Umberto I° e di Via Francesco Crispi, il tutto divenuto proprietà privata.

 

 

 

 

RIBERA 24 maggio 1937: LEVA FASCISTA

Manifestazione della Leva Fascista nell'anniversario dell'ingresso in guerra dell'Italia.

Sul palco allestito nel cortile della Scuola Elementare Francesco Crispi, 1° Circolo.

Erano presenti anche  i parroci: Emanuele Gambino, Pietro Castellino e Pietro Agliata.

 

 

 

RIBERA 24 maggio 1937: CASA DEL FASCIO

Manifestazione della XI Leva Fascista. Giovani italiane e balilla nei tipici indumenti imposti dal regime fascista, sfilano davanti alla Casa del Fascio, posta in adiacenza alla Chiesa del Rosario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1943: MESE DI LUGLIO

Gli americani sbarcano sulle coste della città di Gela e da lì si muovono

nell'entroterra siciliano, occupando moltissimi comuni dalla Sicilia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1943:  MESE DI LUGLIO

Bombardamenti aerei sulla città di Catania

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AGRIGENTO: Luglio 1943

Le truppe americane appena sbarcate sulle coste della Sicilia

entrano ad Agrigento e nelle varie città siciliane. Nella foto si nota il Viale della Vittoria

e poco in fondo a destra la Piazza Cavour.

 

 

 

 

 

RIBERA: 1° MAGGIO 1946

Una manifestazione di cittadini riberesi in Piazza Duomo per la Festa dei Lavoratori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1947: ARRIVA IL BOOGIE WOOGIE

In Italia imperversa il nuovo ballo del Boogie Woogie,

che coinvolge le nuove generazioni. Dal Boogie Woogie è

poi nato il Rock and roll, che è dilagato in tutto il mondo.

28 Dicembre 1947: IL RE SCONFITTO MUORE IN ESILIO

Ad Alessandria d'Egitto, il Re Vittorio Emanuele III muore all'età di 78 anni.

Nella foto è ritratto insieme alla moglie Elena un mese prima della morte. Aveva regnato in Italia dal 1900 fino al 9 maggio 1946, giorno in cui aveva abdicato in favore del figlio Umberto. Se lo avesse fatto prima forse avrebbe evitato le colpe di Casa Savoia, accusata nella sua persona di avere permesso a Mussolini di rovinare il paese con l'entrata in guerra a fianco della Germania di Hitler.

 

 

 

 

1947: 44 BAMBINI MUOIONO DURANTE LA COLONIA

Ad Albenga in provincia di Savona, 44 bambini annegano nel naufragio di una imbarcazione in gita sull'isola di Gallinara che è stata squarciata nell'urto

contro un palo. Nella foto la camera ardente con i 44 bambini deceduti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1° MAGGIO 1947: IL BANDITO GIULIANO SPARA CONTRO I CONTADINI

Le forze speciali del Colonnello Luca setacciano tutto il territorio di Palermo alla ricerca del bandito Salvatore Giuliano che era latitante dal 1943 e che in vari scontri con le forze dell'ordine aveva aggredito e ucciso alcuni carabinieri. Nel 1947, il Primo maggio con la sua banda fa fuoco contro una folla di contadini che festeggiava a Portella della Ginestra in occasione della festa dei lavoratori. In quell'agguato che aveva scosso l'opinione pubblica avevano trovato la morte 12 persone e circa 20 erano rimaste ferite.

 

 

 

 

 

 

 

 

ROMA 18 Aprile 1948: STRAVINCE DE GASPERI

Il Presidente del Consiglio Alcide De Gasperi vota per le elezioni politiche.

La Democrazia Cristiana conquista la maggioranza assoluta con 307 seggi

alla Camera contro i 182 dei Social comunisti.

 

1948: UNA UTILITARIA A DUE RUOTE

La nota Ditta Piaggio fa società con la Innocenti che fino ad allora

produceva la Lambretta e dalla loro collaborazione nasce un veicolo

a due ruote che ha fatto la storia del nostro paese: la Vespa.

A tutt'oggi il veicolo a due ruote che nel tempo a subito varie

trasformazioni la Vespa è considerata il lusso di tutti quegli italiani

che non vogliono o non possono servirsi di una macchina a quattro ruote.

 

 

 

 

 

 

 

 

1949:  I CONTADINI OCCUPANO LE TERRE

Gruppi di contadini in varie contrade della Sicilia occupano le terre dei latifondisti.

E' una vera e propria rivolta contro le ingiustizie secolari che continuavano

ad affliggere vaste zone del "profondo Sud", soprattutto in Sicilia,

dove questi tentativi di occupazione furono sfruttati dai capi del separatismo.

 

4 Maggio 1949: LA TRAGEDIA DEL "GRANDE TORINO"

Erano stati i giocatori più ammirati e più amati degli anni '40 ma un tragico

destino li ha portati via ai tifosi e all'Italia intera nell'impatto terrificante

del loro aereo, un trimotore G-212 schiantatosi contro la collina di Superga

mentre tornavano da Lisbona in Spagna dove avevano disputato una partita amichevole. In tutto, tra giocatori, tecnici e dirigenti perirono nel disastro 31 persone. Nella foto in piedi da sinistra: Rigamonti, Schubert, Fadini, Castigliano, Bacigalupo. Accosciati da sinistra: Martelli, Loik, Menti, Gabetto, Ballarin e Ossola.

 

 

RIBERA Anni 50 - La famosa "MUNTATA DI LU BIVAIU"

che era in terra battuta, finalmente viene rivestita di basolato in pietra lavica,

al quale verso la fine degli anni '70 è stato aggiunto un manto di asfalto per evitare

che le auto, già molto numerose subissero danni agli ammortizzatori specie

durante la discesa.

 

CASTELVETRANO Trapani), 5 luglio 1950 - ASSASSINATO IL BANDITO SALVATORE GIULIANO

Giuliano aveva detto "Il Colonnello Luca non mi prenderà mai". Ora giace cadavere, nella polvere dentro un cortile di Castelvetrano. Nella foto a sinistra il corpo senza vita di Giuliano e a destra lo stesso in compagnia del cugino e luogotenente Gaspare Pisciotta di cui si disse sia stato l'artefice del delitto. Dopo appena 4 anni anche Pisciotta è stato assassinato con una forte dose di veleno in un caffè dentro al carcere dell'Ucciardone di Palermo. Quell'avvenimento  aveva destato molta impressione non solo in Sicilia ma nell'intera nazione e da lì sorsero  infinite leggende e storie scritte e portate in giro per lunghi anni da numerosi cantastorie che ne hanno fatto quasi un mito per le sue imprese.

 

 

 

 

1950: IL PRIMO GIRO AUTOMOBILISTICO DI SICILIA

Una delle auto in gara passa da Ribera provenendo da Agrigento dal Corso

Margherita ed immettendosi nel Corso Umberto per proseguire verso Sciacca.

 

 

 

Anni '50:  "FOFO' GANETTU" IL PILOTA RIBERESE.

Era Alfonso Vella (a destra nella foto), simpaticamente soprannominato "Fofò Ganettu", per parecchie edizioni del Giro di Sicilia aveva partecipato alla importante gara, riportando a volte qualche successo nella sua categoria. Da circa un cinquantennio il figlio Totò è titolare di una delle prime Scuole Guida di Ribera.

 

 

 

RIBERA, Anni '50: I CORTEI FUNEBRI

Erano i tempi in cui era in uso fare i cortei in occasione dei funerali, ai quali partecipavano, oltre ai parenti,a numerosi amici del defunto almeno tre parroci ed anche le orfanelle dell'Orfanotrofio San Giuseppe.

Precedeva sempre il corteo la banda cittadina che intonava marce funebri durante tutto il percorso che terminata all'ingresso del cimitero.

 

RIBERA, Anni '50 - LA FESTA "DI L'ADDAURU"

Era in uso a Ribera in quegli anni svolgere la Festa dell'alloro,

che precedeva quella più solenne di san Giuseppe, girando per le vie

del paese con macchine e vari mezzi motorizzati addobbati molto elegantemente con strutture varie rivestite con rami di alloro e fiori . A seguito molto spesso c'erano gruppi di cavalieri con la immancabile tenuta da cavallerizzi e immancabili stivali e frustino. Era in uso di tanto

in tanto fare qualche corsa di cavalli che negli anni successivi, per ragioni di sicurezza venne eliminata dagli amministratori del tempo.

 

 

RIBERA, Anni '50 - SI PAVIMENTA la Piazza Giulio Cesare

Dopo la costruzione delle prime case Popolari sorte a Ribera e precisamente in adiacenza alla Piazza Giulio Cesare ove aveva ed ha a tutt'oggi la sede della Scuola Elementare Francesco Crispi, si procede alla pavimentazione della Piazza con mattonelle di asfalto.

 

 

 

RIBERA 15 settembre 1952 - I PRETI DI RIBERA

Una foto ripresa presso lo studio fotografico Traina con i sacerdoti (da sinistra in alto): Don Vincenzo Birritteri, Mons. Vincenzo Cufalo, Don Carmelo Territo, Don Luigi Vizzolo e Don Calogero Di Giorgi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RIBERA 1952: ASSEMBLEA DI CONTADINI

L'On. D'Amico parla ad una folla di contadini sui problemi relativi alla occupazione

delle terre. La foto era stata ripresa davanti alla sede della Camera del Lavoro.

 

1953: ARRIVA LA NUOVA 1100 FIAT

Nel mese di dicembre di quell'anno inizia a circolare in Italia la nuova 1100 che la Fiat aveva presentato nel mese di marzo al salone di Ginevra. E' la prima 1100 del dopoguerra, con la coda accorciata e i parafanghi incorporati nel cofano. La linea della nuova automobile viene definita "aerodinamica" e le qualità tecniche ne hanno fatto una vettura da primato europeo.

 

 

 

 

 

 

1953: IL CARDINALE RUFFINI A RIBERA

Il Cardinale di Palermo Ernesto Ruffini tra una folla di fedeli riberesi,

in occasione del Congresso diocesano eucaristico mariano.

 

 

RIBERA: SI ELEGGE "MISS ESTATE 1955"

Presso il Salone del Cine Teatro Vella, la signorina Maria Messina

vieneeletta Miss Estate 1955, durante una manifestazione promossa

dal Club Cappelli di Paglia. In quell'occasione presentava lo spettacolo

Giuseppe Tavormina, che poi ha fatto una lunga carriera militare

diventando un Generale dei Carabinieri.

 

 

 

1955: IL BOOM DELLE PRIME AUTO

Nel mese di marzo viene presentata al salone di Ginevra la prima Fiat 600 che è diventata il "sogno degli italiani" meno abbienti. Il modello di 633 cc. aveva le portiere che si aprivano davanti e vetri scorrevoli in orizzontale. Il prezzo di questa automobile era di circa Lire 600.000. In una decina di anni ne sono state prodotte oltre 2.300.000 esemplari.

                       

RIBERA, 1955 - OCCUPAZIONE DELLE TERRE

Gli agricoltori ritornano dall'occupazione di alcuni appezzamenti

di terreno nelle contrade di "Donna Vanna" e di "Giardinello".

 

 

26 Luglio 1956:

AFFONDA L'ANDREA DORIA

L'ammiraglia della flotta mercantile italiana, l'Andrea Doria, affonda alle ore 15,15, a 45 miglia a sud del faro di Nantucket, nell'Oceano Atlantico, quando era già in vista della costa americana. Alle ore 4,20 era entrata in collisione con un mercantile svedese, lo "Stockholm" a causa della nebbia, nonostante l'uso dei rispettivi radar entrambi in funzione. Sulla nave italiana morirono 54 persone tra i quali due riberesi, Domenico Palmeri e la figlioletta Francesca Maria di 3 anni. Questo sito ha dedicato un capitolo speciale alla tragedia dell'Andrea Doria.

                ENTRA

1956: ARRIVA IL ROCK AND ROLL

Il nuovo frenetico ballo dilaga nel mondo ed anche in Italia ed appassiona i giovani di ogni età. Il Rock and Roll che significa dondolare o oscillare dall'inglese deriva

dal Boogie Woogie ch eera nato in tempo di guerra e che aveva imperversato negli Stati Uniti con Elvis Presley. In Italia i primi esutori di brani rock sono stati il francese

Jonny Halliday, l'inglese Tommy Steele e l'italiano Adriano Celentano diventato subito famoso con l'appellativo di "molleggiato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RIBERA 15 settembre 1957

L'inaugurazione dell'Orfanotrofio San Giiuseppe - Boccone del Povero

in Via Orfanotrofio (oggi Via G.Cusmano)

 

 

 

RIBERA, 15 settembre 1957

L'italo-americano Fortunato Pope che aveva contribuito alla raccolta

di fondi per la costruzione dell'Orfanotrofio San Giuseppe di Ribera

in una foto con alcuni bambini nel giorno della inaugurazione.

 

 

 

 

RIBERA, 15 settembre1957

INAUGURAZIONE ORFANOTROFIO S. GIUSEPPE

Al Comune di Ribera il sindaco Emanuele Cufalo riceve il giornalista

italo-americano Fortunato Pope e gli conferisce la cittadinanza onoraria.

 

 

 

1957: ARRIVA LA "MITICA FIAT 500": IL SOGNO DEGLI ITALIANI

Arriva in Italia la nuova Fiat 500 che sostituisce la vecchia Topolino.

Costa all'incirca 470.000 lire e diventa l'utilitaria sempre più "per tutti".

Consuma 4,5 litri di benzina per ogni 100 chilometri e raggiunge

una velocità media di oltre 85 Km all'ora.

 

 

 

 

 

ROMA, 4 novembre 1958: ELETTO IL "PAPA BUONO", GIOVANNI XXIII

La foto è stata ripresa la cerimonia di incoronazione del papa successore di Pio XII, Angelo Roncalli, già patriarca di Venezia e cardinale non molto in vista.

Il nuovo pontefice si è subito fatto amare dai fedeli e nel corso del suo pontificato avrà grandi slanci di amore cristiano e cercherà di adeguare ai tempi gli insegnamenti della chiesa. Giovanni XXIII è deceduto in Vaticano il 3 giugno 1963.

SANREMO, 1958: TRIONFA MODUGNO CON "VOLARE"

Il popolare Mimmo Modugno, molto noto al grande pubblico

per le sue quattro vittorie al Festival di Sanremo, in particolar

modo per quella del 1958 con la canzone Nel blu dipinto di blù,

scritta con Franco Migliacci e universalmente nota come Volare, destinata a diventare una delle più conosciute canzoni italiane nel mondo perchè ha rivoluzionato e cambiato l'intero mondo musicale italiano. Pur essendo nato in Puglia Domenico Modugno è diventato famoso con le sue primissime canzoni cantate in dialetto siciliano Lu pisci spada, La sveglietta, Misciu niuru, PIzzica pizzica, Lu sciccareddu 'mbriacu e tante altre.

 

 

 

1959: L'ANNO DELLA DOLCE VITA

Anita Ekberg fa il bagno nella famosa Fontana di Trevi a Roma

E' una famosissima foto tratta dal fil di Federico Fellini "la dolce vita". Il film registra milioni di visite e lunghe code ai vari botteghini con numerose persone che addirittura affrontano lunghe code, svengono o litigano  per assistere ad un'opera che ha rappresentato un sostanziale cambiamento della società contemporanea: ottusa, corrotta, superficiale e destinata inevitabilmente alla crisi. Nella realtà accanto ai molti facoltosi dell'epoca che potevano permettersi tutti i lussi, esistevano moltissime famiglie che ancora vivevano di stenti e di miseria e non hanno mai conosciuto il "miracolo economico".

TORTONA 2 gennaio1960: MUORE FAUSTO COPPI

Giulia Occhini abbraccia per l'ultima volta il suo "Campionissimo", stroncato a soli 39 anni da una banale malattia contratta in Africa

e non curata in tempo. Fausto Coppi era stato l'idolo di milioni

di sportivi in tutta Italia ed il campione di ciclismo più amato , insieme a Gino Bartali dai numerosi ragazzi degli anni '50.

Aveva vinto tantissime corse, tra le quali, 5 Giri d'Italia, 2 Tour de France e 3 Campionati del mondo. Un vero grande campione strappato all'Italia e a milioni di fans in tutto il mondo.

 

 

1961: ARRIVA UN BALLO SEX: IL TWIST

In autunno dopo una prova generale avvenuta nei vari Night-Club dell'estate,

il nuovo ballo sex denominato "twist" che significa scuotere conquista tutti, giovani e meno giovani. Questo frenetico dimenarsi sulle piste di ballo diventa un sintomo della irrequietezza che comincia a serpeggiare tra i giovani delle nuove generazioni.

 

 

 

 

RIBERA, 25 Aprile 1961

L'On. Giovanni Leone allora Presidente della Camera dei Deputati,

incontra l'Avvocato Nicolò Inglese in occasione

della "Sagra delle fragole".

 

 

RIBERA, 6 Gennaio 1966 - BEFANA DEL VIGILE

Si è svolta per alcuni anni nella data del 6 gennaio la Befana del Vigile che ha visto sempre numerosi riberesi, in gran parte commercianti portare svariati regali che poi venivano distribuiti ai vigili urbani. La raccolta avveniva all'incrocio

tra il Corso Umberto e la Via Regina Margherita.

 

 

RIBERA, Anno 1965

Nell'aula consiliare del Palazzo Comunale si svolge un interessante

Convegno intercomunale per il rilancio dell'Agricoltura.

Era sindaco Santo Tortorici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RIBERA, 1965: FESTA DELL'ALBERO

Presso la Scuola elementare Don Bosco di Via Platania si celebra la Festa dell'albero. Nella foto il Sindaco Santo Tortorici, l'arciprete Don Vincenzo Birritteri e l'addetto

alla Villa comunale Carmelo Cocchiara mettono a dimora alcune pianticelle.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1966: CON RITA PAVONE ARRIVA LO SHAKE

Nel mese di giugno di quell'anno tra i tanti nuovi balli in arrivo dall'America si afferma più di tutti lo Shake. La piccola e bravissima Rita Pavone, considerata a tutti gli effetti il "fenomeno" canoro degli anni '60 lo cantava  danzando in varie trasmissioni televisive molto seguite. "Pel di carota" come veniva soprannominata Rita Pavone aveva esordito nel 1962 all'età di 17 anni.

 

 

 

 

 

 

 

 

RIBERA, 25 Aprile 1966

L'inaugurazione della Prima Fiera Mercato dell'Agricoltura e dell'Artigianato che si svolgeva dal 25 aprile al 1° maggio di ogni anno e che è durata per ben 25 edizioni,

poi inspiegabilmente interrotte. Aveva tagliato il nastro, all'ingresso

della Villa Comunale l'On. Angelo Bonfiglio con accanto il sindaco Santo Tortorici.

 

 

 

 

RIBERA, 1967 - ARRIVA L'ACQUA DEL "CASALE"

Si svolge una manifestazione popolare per avere ottenuto

 l'utilizzo dell'acqua del "Casale" per usi irrigui.

Nella foto: Nicolò Inglese, il Sindaco Santo Tortorici

 e l'On. Gaetano Di Leo.

 

 

 

 

 

1967: ARRIVA LA MINIGONNA

La stilista inglese Mary Quant, trentaquattrenne considerata la musa della moda beat, diventa celebre per avere creato e imposto la minigonna, simbolo di tutte le ragazze degli anni '60. Non c'è stata ragazza in quegli anni che non indossato questo nuovo capo di abbigliamento, molto "responsabile" spesse volte di vere e proprie occhiate alle belle gambe di chi amava metterle in mostra, magari con eleganti stivaletti come si può notare nella foto. Mary Quant per questa sua brillante e originale  idea, è stata insignita dell'Ordine dell'Impero britannico e fatta cavaliere.

 

IL TERREMOTO DEL BELICE

Era la notte tra il 14 e il 15 gennaio del 1968, quando la terra tremò

e gran parte della Sicilia occidentale nelle province di Trapani, Palermo e Agrigento la sentirono e si impaurirono fuggendo

in piena notte nelle strade dei vari paesi colpiti. Anche a Ribera si era sentita la forte scossa sismica, ma fortunatamente

non si sono registrati danni alle persone ma solo ad alcuni fabbricati pubblici e privati. A Gibellina, Montevago,

Salaparuta, Santa Margherita Belice e in altri comuni ci sono stati alcune centinaia di morti.

 

 

 

21 luglio 1969: L'UOMO ARRIVA SULLA LUNA

Alle 4,56 ora italiana quando sulla costa orientale degli Stati Uniti sono le ore 22,56 del 20 luglio, l'astronauta americano Neil A. Armstrong posa il suo piede sinistro sulla superficie lunare. Centinaia di miglia di persone in tutto il mondo seguono in televisione, col fiato sospeso, l'incredibile avventura. Nella foto a sinistra i tre astronauti che hanno preso parte a questa storica impresa dell'Apollo 11:

Neil A Armstrong, Michael Collins e Edwin E. Aldrin. Dopo 18 minuta dalla discesa al suolo di Armstrong anche Aldrin mette piede sul suolo lunare mentre Collins è sempre rimasto in orbita attorno al satellite. La corsa alla conquista della luna proseguirà poi, dopo appena 4 mesi con la spedizione dell'Apollo 12 per nuovi esperimenti scientifici.

 

RIBERA 29 dicembre 1969: CROLLA LA VOLTA DELLA CHIESA MADRE

Durante la tarda mattinata di quel 29 dicembre crolla l'intera volta

della Chiesa madre, già gravemente lesionata a causa degli eventi

sismici del 1968 che avevano gravemente  compromesso la stabilità

di alcune strutture. Per fortuna in quel momento la chiesa

era chiusa al culto per cui non si sono registrati danni alle persone

ma solo danni alle strutture, agli altari laterali e ad alcune statue di santi.

 

 

RIBERA: 28 settembre 1963 -

Festa di Cristo Re.

Sull'altare maggiore della Chiesa Madre di Ribera si riconoscono (da sinistra): Padre Giuseppe sabella, il Prof. Paolo Casimiro, il Vescovo ausiliario di Kikwi (Congo Belga) Alessandro Nzundu, l'Arciprete Vincenzo Birritteri e Padre Diego Tornambè.

RIBERA, 5 aprile1976: SCIOPERO GENERALE

Si svolge uno sciopero generale organizzato dai sindacati e dai comunisti di tutta la zona di Ribera e paesi vicini.

Si chiedevano misure contro il caro-vita e la realizzazione di opere da anni attese, prima tra tutte la diga Castello.

Il sindaco dell'epoca era Santo Tortorici.

 

 

 

 

 

PALERMO 5 maggio 1972

DISASTRO AEREO ALL'AEROPORTO DI PUNTA RAISI

Alle ore 22,24 si verifica il più grave disastro dell'aviazione civile italiana.

Un  aereo DC 8 con 112 persone a bordo si schianta sulla montagna che sovrasta

l'aeroporto di Punta Raisi. Tra i passeggeri c'era anche il regista Franco Indovina,

il compagno di Soraya. Ne è seguita una lunga inchiesta sugli aeroporti italiano

dalla quale era emerso che almeno 16 non garantivano le condizioni di sicurezza.

 

18 luglio 1975: IL "REUCCIO" CLAUDIO VILLA SI SPOSA

Fa molto scalpore il matrimonio di Claudio Villa di 49 anni, uno dei cantanti italiani più in voga, con la "moglie bambina" Patrizia Baldi di soli 18 anni. Si sono sposati con il rito civile al Campidoglio (Palazzo Comunale) di Roma. Il famoso cantante

 aveva già un figlio di 23 anni avuto dalla prima moglie. La storia d'amore con la giovanissima Patrizia era iniziata due anni prima del matrimonio.  Fin dagli anni '50 il popolare cantante era tra i preferiti tra i giovani di allora che conoscevamo tutte le sue canzoni.

 

 

 

 RIBERA, 4 luglio 1987

 In un ring allestito dentro allo Stadio Comunale Nino Novara di Ribera si è svolto l'incontro di pugilato tra l'italiano Patrizio Oliva  nato a Napoli il 28 gennaio 1959 e l'argentino Juan Martin Coggi, nato a Fighiera (Argentina) il 19 dicembre 1961. L'incontro valevole per il titolo mondiale WBA generò molto interesse tra gli appassionati di pugilato sia italiani che argentini.. Quella prima sfida di Coggi per il titolo mondiale, era anche il suo primo incontro all'estero.

L'incontro si svolse a Ribera, e Coggi batté Oliva per KO al terzo round tra la delusione dei tantissimi riberesi che abbiamo assistito alla importante sfida.

20 Settembre 1990: MUORE ROSA BALISTRERI

Il 20 settembre 1990 moriva a Palermo Rosa Balistreri, ancora oggi voce indiscussa della musica popolare siciliana.

Vent'anni dopo, l'artista sarà ricordata nella città

che le diede i natali, Licata, in una due giorni di musica organizzata dall'Associazione "Sicilia Amara" presieduta da Luca Torregrossa, nipote della cantante, con il patrocinio del Comune di Licata

e del Centro Commerciale San Giorgio.

 

 

RIBERA: UNA BALENA DI 18 METRI

NELLA ZONA CORVO

Era il mese di marzo del 1993 quando una grossa balena morta forse a causa delle molte ferite che aveva nel corpo viene spiaggiata nella zona del Corvo e subito diventa meta di migliaia di curiosi che da Ribera e dai paesi vicini fanno quasi a gara per andarla a vedere. Dopo qualche tempo la stessa viene consegnata ad un Museo della Sicilia orientale per recuperarne ed esporne lo scheletro, con l'obbligo di restituirla alla città di Ribera caso mai la cittadina crispina si fosse dotata di ambienti adatti a potere ospitare un cosi voluminoso e particolare reperto.

RIBERA, Seccagrande - Ottobre 1994

I Soci subacquei del Seccagrande Club di Ribera con in testa

il Dott. Chirurgi Mimmo Macaluso, recuperano nel mare antistante

la spiaggia del Corvo due grosse ancore appartenute

alla nave greca Angelika che era naufragata nei primi anni

del secolo scorso e che aveva trascinato con se almeno sei marinai.

Tali ancore oggi si possono vedere presso il monumento

realizzato sul lungomare e dedicato ai caduti del mare

e in particolare ai marinai periti, suggellando un rapporto

di amicizia con un gemellaggio

tra Ribera e la cittadina greca di Inousses.

 

 

 

 

 

 

HOME PAGE