LA CUCINA SICILIANA

Scintillante, gioiosa, rituale, fantasiosa. La cucina siciliana è come la sua terra. Vive di sole, di mare, di amore. E di colori accesi, di odori intensi, di contrasti stridenti. La storia del costume alimentare siciliano comincia con i primi abitanti dell'isola, i Sicani, i Fenici, i Greci, i Romani. Continua ad evolversi e si orienta verso nuovi sapori con l'arrivo di popoli invasori, dai Vandali ai Bizantini, dagli Arabi ai Normanni, dagli Angioini agli Aragonesi.

Di queste dominazioni porta il segno inconfondibile e assume connotazioni diverse di zona in zona. I primi libri dedicati alla gastronomia furono scritti da Archestrato, Ennio e Marziale nel primo secolo dopo Cristo. In seguito si moltiplicarono gli studi sulla cucina e l'aver tramandato centinaia di ricette ha consentito alla gastronomia isolana di mantenere intatte le sue radici. Ancora oggi perciò l'arte culinaria siciliana risente della commistione di varie tradizioni alimentari. Né ha perduto le eredità degli strabocchevoli pranzi cortigiani o delle malinconiche ricette povere. Mantiene piatti che richiedono ingredienti costosi, a base di carne o di pesce, ma pure pietanze popolari, con legumi per esempio o pan grattato. La gastronomia siciliana insomma,

coi secoli ha dissolto le barriere sociali e ha conservato tutti quegli ingredienti più ricchi di proteine, di zuccheri e di grassi.

Non a caso molti dietologi concordano nel ritenere l'alimentazione tipicamente siciliana molto sana,  ed equilibrata.

(Un gustoso e "curioso" viaggio, attraverso le pietanze più famose e rinomate della Sicilia, A cura di Giuseppe Nicola Ciliberto,

 

 

Chi non ha mangiato per strada il tradizionale panino detto comunemente "Pani e panelli" ?  Insieme alle crocchette ( o crocchè) di patate,

questo delizioso e gustosissimo prodotto gastronomico, fatto con farina di ceci, costituisce una vera attrazione turistica siciliana

che occorrerebbe ancor di più valorizzare e proporre ai visitatori della nostra terra.

Panelle e crocchè

Il classico panino con le panelle e le crocchette di patate.

Venditori di panelle, crocchette e fritture varie.

Panino con le sole panelle.

 

 

 

E' tempo di arance e di limoni, molto abbondanti e squisiti a ribera. Oggi proponiamo il gustosissimo

Sorbetto al limone o  all'arancia

Tre modi diversi di presentare il sorbetto al limone o all'arancia

 

 

 

Il tipico dolce molto colorato, che si vede sulle bancarelle delle feste popolari siciliane. Impariamo a farlo in casa

Il Gelato di campagna

NOTE ricetta N.50: Sciogliete a fuoco molto basso lo zucchero con tre bicchieri di acqua.

Attendete che cominci a filare: ve ne accorgerete quando qualche goccia di zucchero sciolto,

fatta scolare da un mestolo di legno, si allungherà a filo.

Una tipica bancarella di dolciumi siciliani

 

 

 

 

Dopo le feste  torniamo a mangiare cose semplici e genuine. Oggi proponiamo un primo piatto tipico siciliano.

Pasta a picchio pacchio

Versione originale del piatto con la pasta "margherita" detta anche "lasagna riccia".

Vari tipi di pasta

Versione della ricetta con spaghetti

Versione della ricetta con le penne

 

 

Anticamente "li vanniatura" gridavano per le strade: - <<Mangiate carciofi, fanno riscaldare i genitali ! >>

Non sappiamo se è vero ma, oggi proponiamo questo ortaggio molto popolare e consumato in Sicilia.

Carciofi ripieni in tegame

 

Tre diversi modi di presentare in tavola i carciofi ripieni

 

 

Dagli arabi alla Sicilia: Uno dei piatti di pesce più  popolari nella nostra isola.

Il Cous cous

 

Tre modi di presentare a tavola un piatto di Cous cous

 

 

 

.....E dopo le grandi abbuffate delle Feste natalizie, ritorna un piatto molto semplice.....e tutto siciliano.

La pasta all'uminina

VAI ALLE RICETTE PRECEDENTI

Ricette Pagina 1

Ricette Pagina 2

 

Home Page